Esperienza VR360

Scelsi è stato un precursore dell’uso delle nuove tecnologie nel campo musicale, e al tempo stesso un grande poeta, intriso di misticismo orientale. Si dice addirittura che ricevesse la sua musica in uno stato di trance. Questa coesistenza di tecnologie moderne e viaggio interiore ci ha portato ad immaginare un’esperienze in realtà virtuale. Abbiamo voluto che questa sensazione trascendentale tanto cara a Scelsi non rimanesse unicamente teorica ma che gli spettatori del film potessero prolungare questa sensazione andando addirittura a percepire fisicamente la vertigine del lasciarsi andare.

Abbiamo dunque predisposto un’esperienza di realtà virtuale 360 che immerge lo spettatore in una prova del coro e dell’orchestra filarmonica di Radio France, in cui preparano l’esecuzione dell’opera Uaxuctum di Giacinto Scelsi. La cinepresa di trova ai due lati del direttore d’orchestra Aldo Brizzi, davanti al coro e all’orchestra nel pieno delle prove.

Poi gli elementi scenografici iniziano a muoversi, invitando lo spettatore a lasciarsi trasportare in un viaggio virtuale ipnotico intriso di misticismo maya. La composizione stessa è stata sottitolata da Scelsi La città Maya distrutta da loro stessi per ragioni religiose.

Il suono in presa diretta e il mix di questa esperienza sono stati curati da Radio France. Gli effetti visivi sono stati concepiti e realizzati dallo Studio Saint George (Paris).

Regista: Sebastiano d’Ayala Valva

Una coproduzione Arte – Radio France – les Films de la Butte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close